Speciale Giornata Mondiale dell’Endometriosi

Speciale Giornata Mondiale dell’Endometriosi

In occasione del mese dedicato alla consapevolezza dell’endometriosi, l’associazione nazionale “La Voce di una è la Voce di tutte ODV” è scesa in piazza nella Capitale, a poche centinaia di metri dal Parlamento, con il Comitato “Endometriosi: firma adesso!” e le associazioni Endo-Care e Aendo. Con le elezioni europee e amministrative alle porte, le attiviste hanno aperto una nuova stagione di iniziative. In questo podcast, l’associazione New Voices Lab ha realizzato uno speciale, raccogliendo informazioni su questa condizione medica spesso non ben conosciuta neanche dai professionisti sanitari, le voci della manifestazione e approfondito l’argomento attraverso una bellissima intervista a Doris Pesce di Mamahealth, interessantissima start up che valorizza l’esperienza in prima persona delle pazienti, base fondamentale per una necessaria individualizzazione delle cure. Iniziativa che mira a cambiare l’assistenza sanitaria proprio a partire dalla quotidianità e dall’esperienza di malattia delle pazienti. Buon ascolto!

La nostra Martina Pasquali ha raccolto le voci della manifestazione attorno alla petizione “Endometriosi: firma adesso!”, che oltre alla gratuità dei farmaci puntava al potenziamento delle campagne informative e all’adeguato finanziamento del percorso diagnostico-terapeutico esistente, le attiviste registravano un’importante battuta di arresto.
Da qui la decisione di ripartire il 23 marzo proprio da Roma e dal cuore pulsante della vita politica nazionale. Come spiegato dalla portavoce e promotrice della campagna “Endometriosi: firma adesso!”, Sara Beltrami, si punta a far entrare il tema nell’agenda della campagna elettorale europea, in vista del voto di maggio. Un appello è stato rivolto durante il flashmob ai candidati, invitati a impegnarsi sottoscrivendo il documento e a rilanciare la questione a Bruxelles.

In questo podcast, Martina e Francesco hanno intervistato Doris Pesce di Mamahealth, innovativa start up per trasformare l’assistenza sanitaria a partire dall’esperienza in prima persona dei pazienti. 
Dare ai pazienti la possibilità di partecipare attivamente alle proprie cure è fondamentale per l’efficacia degli stessi. I fondatori, spinti da esperienze personali e da un profondo desiderio di cambiamento positivo, hanno riconosciuto il potenziale inutilizzato degli insight dei pazienti nel plasmare il futuro dell’assistenza sanitaria.

Please follow and like us:
Pin Share