ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

L’associazione Giovanile New Voices Lab – APS è nata dall’incontro di un piccolo gruppo di ragazzi e ragazze con disabilità visiva e psichica, che si sono avvicinati al mondo della Webradio e del podcasting come mezzo di divulgazione sociale, di emancipazione e sensibilizzazione, attraverso il progetto radio 32.

Data la nostra peculiarità costitutiva, incentrata sul focus della disabilità, l’associazione vuole sviluppare progetti e iniziative per superare il ruolo di destinatario della comunicazione e diventare piuttosto attore/promotore di processi comunicazionali capaci di suscitare attenzione verso determinate problematiche e – al tempo stesso- suggerire azioni volte al superamento delle criticità comunicate.

L’associazione nasce dopo una concreta esperienza di volontariato attivo nella comunicazione, avendo partecipato ad iniziative sperimentali volute dall’ASP S. Alessio – Margherita Di Savoia – e da Ipse Lab Radio 32, principali sostenitrici del progetto presentato alla Regione Lazio.

Il gruppo, infatti, supportato da questi due enti, si è conosciuto e sperimentato  nell’approccio alle nuove forme di radiofonia con attività di speaking e supporto redazionale durante la creazione di specifici podcast  e trasmissioni live streaming realizzate in collaborazione tra i due enti, con le redazioni di “A Tutta Radio” e “32 Social Club”.

Da questa esperienza nasce ilprogetto “A Tutta Radio: comunicando futuro. Le comunità narrate attraverso i nuovi media.”

Con la finalità di favorire una maggiore INCLUSIONE SOCIALE mediante azioni di comunicazione che stimolino ed esprimano una CITTADINANZA ATTIVA.

Da gennaio 2024, l’associazione gestisce, in collaborazione con l’associazione Ipse Lab APS, il progetto radio 32 La radio che Ascolta.

 

Mission 

Ci rivolgiamo a tutti per promuovere una reale cultura dell’inclusione delle persone che sono ancora marginalizzate, da una società abilista, sessista, e ageista, consumistica che premia solo chi sta al passo, ed è economicamente utile.

Promuoviamo una cultura che si basa sul rispetto e la valorizzazione delle differenze, della diversità come punto di forza, contro un omologazione forzata che ci porta a schiacciare chi non è conforme alla norma stabilita da sempre da chi è più rappresentato in questa società del consumo.

Ho scritto a tutti perché abbiamo capito che l’accessibilità è un concetto ampio, che va perseguito insieme a tutti gli agenti, dal singolo individuo che parcheggia nei posti preposti e non davanti la pedana, al negozio che deve saper accogliere un cliente con disabilità o neuro diversità senza impanicarsi o giudicare, alle istituzioni che devono fare manutenzione e vigilare che i servizi pubblici e il contesto in cui viviamo sia sicuro e ci sia un’accortezza su questi temi.

Vogliamo promuovere la comunicazione accessibile su queste tematiche promuovendo la diffusione di punti di vista sempre stigmatizzati o semplicemente inascoltati e invisibili per i più. ,

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE